lunedì 14 settembre 2009

Genoa-Napoli 4-1

Il Napoli perde a Marassi. Così come l'anno scorso e come anche l'anno precedente. Stavolta finisce 4-1 e complimenti al brillante Genoa capolista. Espletati i doveri e gli onori di cronaca, è giusto fare però un viaggio nella realtà. Che si sostanzia al minuto 50 del primo tempo. Il Napoli vince 1-0 e il Genoa è in dieci uomini per l'espulsione di Criscito che aveva detto una parolaccia a Tagliavento. Succede che all'ultimo respiro di gioco, Sculli frana in area addosso a Campagnaro. E' sfondamento ma l'arbitro ci vede il rigore, e per sovrammercato espelle Campagnaro. Floccari segna il rigore. E lì comincia un'altra partita. Quella del primo tempo, prima del fattaccio, parla di un Napoli autorevole che passa con uno splendido gol di Hamsik. Quella dopo la sfortunata interpretazione di Tagliavento, parla di un Napoli demoralizzato e scosso nell'animo. Quasi inverosimile commentare un risultato così netto se solo si guardano i primi 48 minuti di gioco. Azzurri padroni della partita, avanti di un gol e con Hamsik che sfiora anche il bis personale. Poi un rinvio alla cieca di Amelia ed il "fattaccio" in area azzurra. Finisce lì praticamente. Tutto il resto è roba successiva...



sscnapoli.it Condividi

0 commenti: